PREMIO GIUSEPPE VERSINI

Dal 2005 la SIVE si è data l’obiettivo di “Sostenere una maggiore collaborazione tra le aziende produttive e il mondo della ricerca enologica e viticola”, aiutando il mondo della produzione nella formulazione della domanda ed il mondo della ricerca nella definizione della propria offerta di conoscenze utili alla produzione. A tal fine, oltre a dedicare un ampio spazio alla ricerca italiana nell’ambito di Enoforum e delle sua altre attività, il Consiglio di Amministrazione SIVE ha istituito il Premio SIVE Ricerca per lo Sviluppo, destinato a quei ricercatori che, oltre a svolgere un lavoro di alto valore scientifico, indirizzano la propria ricerca su temi importanti e strategici per la vitivinicoltura moderna e danno particolare rilevanza agli aspetti applicativi e pratici, nonché alla divulgazione dei loro risultati presso i produttori. L’annuncio del Premio SIVE 2011, giunto alla sua 3° edizione, ha coinciso quest’anno con la triste notizia della scomparsa del Dott. Giuseppe Versini, ricercatore italiano di fama mondiale e convinto sostenitore della necessità di alimentare il dialogo e la collaborazione tra ricerca e produzione. Data la perfetta sintonia tra l’attività professionale del Dott. Versini e lo spirito del riconoscimento, il CdA ha deciso di dedicare il Premio alla sua memoria. Versini sarà anche ricordato con una sintesi dei risultati della ricerca da egli prodotta nei numerosi anni di attività presso l’Istituto di San Michele all’Adige, affidata al collega ed amico Giorgio Nicolini e che darà il via alle presentazioni orali dei lavori candidati al Premio. A differenza di altri riconoscimenti, la valutazione dei lavori candidati per l’assegnazione del Premio SIVE è effettuata in modo congiunto da ricercatori e tecnici:

  • dal Comitato Scientifico SIVE, che hanno selezionato i 25 lavori candidati inseriti nel programma di Enoforum sulla base del grado d’innovazione e successivamente valuteranno il loro valore scientifico; attualmente il CS SIVE è composto da 30 componenti:Prof. Luigi Bavaresco, CRA – VIT ConeglianoProf. Mario Bertuccioli, Università di FirenzeProf. Vasco Boatto, Università di PadovaDott.ssa Daniela Borsa, CRA – ENO AstiProf. Maurizio Boselli, Università di VeronaDott.ssa Antonella Bosso, CRA – ENO di AstiProf. Emilio Celotti, Università di UdineProf. Rocco Di Stefano, Università di PalermoProf. G. Antonio Farris, Università di SassariProf. Roberto Ferrarini, Università di VeronaProf. Ilaria Filippetti, Università di BolognaProf. Sergio Galassi, Università di BolognaProf. Vincenzo Gerbi, Università di TorinoProf. Paolo Giudici, Università di MO e REDott. Raffaele Lovino, CRA – BarlettaProf.ssa Marisa Manzano, Università di UdineProf. Luigi Moio, Università di NapoliDott. Giorgio Nicolini, FEM San MicheleProf. Vittorino Novello, Università di TorinoProf. Enrico Peterlunger, Università di UdineProf. Stefano Poni, Università C.S.C. di PiacenzaProf. Claudio Riponi, Università di BolognaProf. Luca Rolle, Università di TorinoProf. Attilio Scienza, Università di MilanoProf.ssa Angela Silva, Università di PiacenzaDott. Paolo Storchi, CRA – Ist. Sper. ArezzoProf.ssa Giovanna Suzzi, Università di TeramoDott. Diego Tomasi, CRA – VIT ConeglianoDott. Mario Ubigli, CRA – Ist. Sper. Enol. di AstiProf. Andrea Versari, Università di Bologna
  • dai tecnici associati a SIVE e partecipanti ad Enoforum, che valuteranno l’utilità della ricerca per lo sviluppo della produzione vitivinicola italiana dopo avere assistito alla loro presentazione ad Enoforum 2011, compilando un questionario che sarà distribuito in forma cartacea e sarà disponibile anche on-line.