fbpx

California

2022

Un successo la terza edizione di ENOFORUM SPAGNA

Nella due giorni sull’innovazione vitivinicola a Zaragoza, 500 tecnici assistono alla presentazione di soluzioni innovative da ricercatori di 10 paesi e 28 aziende leader del settore

Si è conclusa la terza edizione di Enoforum Spagna, che si è svolta presso il Centro Congressi della Fiera di Zaragoza il 20 e 21 aprile e che ha visto la partecipazione di ben 500 congressisti. Dopo la prima edizione in presenza del maggio 2018, nel 2020 la pandemia aveva costretto a un’edizione virtuale la quale aveva tuttavia ampliato a ben 1500 persone la partecipazione, con un importante coinvolgimento anche del Sud America.

“Il successo di Enoforum – dice Gianni Trioli, fondatore di Vinidea e ideatore di Enoforum – sta nel rappresentare, per i tecnici che fanno innovazione, un’opportunità unica per acquisire in poco tempo tutte le informazioni necessarie per potere trasferire con successo una nuova tecnologia nella propria produzione: i principi e le basi scientifiche di una nuova pratica, i dettagli sulle attrezzature o i prodotti che ne consentono l’applicazione in cantina o in vigneto, l’esperienza dei colleghi, gli elementi per un’analisi preliminare costi/benefici. Tutto questo si trova ad Enoforum”.

I numeri di Enoforum danno la misura della quantità di informazioni disponibili per i tecnici del settore.

Il programma del congresso comprendeva 43 relazioni di cui 23 a carattere scientifico da ricercatori universitari e 20 relazioni tecniche dai responsabili R&D di aziende innovative.  6 sessioni di degustazione, a cui hanno assistito oltre 200 congressisti, hanno fornito esempi concreti dei risultati ottenibili con le nuove tecniche. 28 aziende innovatrici hanno presentato i risultati della propria attività di Ricerca&Sviluppo, con relazioni del congresso, con dimostrazioni e degustazioni, negli stand della zona espositiva. Sono stati 6 i progetti Europei Horizon, Life, Cosme presentati ad Enoforum.

Secondo Paloma Caldentey di Vinidea, coordinatrice di Enoforum Spagna 2022, “i tecnici e le aziende hanno risposto con entusiasmo all’offerta di un evento finalmente in presenza dove incontrarsi e scambiarsi le esperienze e le opinioni degli ultimi anni. L’organizzazione di una manifestazione così grande e complessa richiede un forte impegno per molti mesi, ma si è sviluppata una buona collaborazione tra il team di Vinidea, quello di Excell Iberica, la Feria di Zaragoza e i vari media partner, che ha consentito di svolgere Enoforum 2022 con grande partecipazione di pubblico e senza alcun problema tecnico”.

Enoforum 2022 è stato organizzato in collaborazione con GIEnol (Grupo de Investigacion Enologica), PTV (Plataforma Tecnologica del Vino), SIVE (Società Italiana di Viticoltura ed Enologia) e Enomaq (la cui prossima edizione in presenza è prevista a febbraio 2023). Oltre all’OIV (Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino), la manifestazione ha ricevuto il patrocinio delle associazioni e dei collegi degli enologi di Rioja, Extremadura, Canarias, Aragon, Castilla-la-Mancha, Valencia, Cataluña e Galicia, oltre che della FEAE (Federacion Española de las Asociaciones de Enologos).

Il coinvolgimento delle istituzioni e delle associazioni del mondo spagnolo del vino è frutto del lavoro di Antonio Palacios di Excell Iberica che nella chiusura della manifestazione ha dichiarato “i 3 obiettivi di Enoforum 2022 – partecipazione, internazionalizzazione, condivisione delle innovazioni – sono stati tutti raggiunti con successo. La partecipazione di 500 persone fa di Enoforum il più grande congresso spagnolo del settore. Oltre la metà delle relazioni congressuali (25 su 43) sono state presentate da relatori stranieri, provenienti da 9 paesi diversi. Il livello qualitativo delle innovazioni descritte è stato molto elevato, così come delle interazioni dei tecnici con gli autori della ricerca pubblica e privata.”

Le registrazioni delle relazioni presentate a Enoforum 2022, con le relative traduzioni, saranno disponibili nel prossimi mesi su INFOWINE – Rivista Internet di Viticoltura ed Enologia (www.infowine.com).

 

_________________________________________________________________________________

Conclusa la prima edizione di Enoforum USA

La prima edizione di Enoforum USA, che si è svolta presso il Sonoma County Fairground (Santa Rosa, California) l’11 maggio 2022, ha raggiunto l’obiettivo prefissato di far conoscere agli operatori americani questo modo di trasmettere informazioni utili.

A differenza delle classiche conferenze e fiere, Enoforum offre ai partecipanti la conoscenza delle nuove tecnologie attraverso diverse modalità complementari.

Circa la metà del programma della conferenza è stata dedicata a studi sul cambiamento climatico, sulla shelf life – conservabilità – del vino, sui conservanti alternativi, sulle tecnologie digitali per la viticoltura, presentati da rinomati ricercatori europei in videoconferenza.

Nell’altra metà del programma della conferenza, le caratteristiche delle innovazioni pronte all’uso sono state descritte in dettaglio dagli esperti delle principali aziende fornitrici e dai rappresentanti delle istituzioni pubbliche che hanno contribuito al loro sviluppo e al loro adattamento alle esigenze locali.

Contemporaneamente, in un’altra sala, le dimostrazioni hanno fornito indicazioni dettagliate e pratiche sull’uso di attrezzature, come la cernita ottica delle uve e le macchine di riempimento di nuova concezione. Due degustazioni hanno permesso ai viticoltori di valutare il beneficio delle nuove tecnologie sui vini prodotti su scala reale. Una terza degustazione era incentrata sulla produzione di birre con mosto d’uva.

Infine, diverse aziende erano presenti con stand, pronte a fornire informazioni dettagliate sui prodotti che offrono per la produzione di uva e vino.

 

Un programma molto intenso, in cui i viticoltori hanno avuto la possibilità di accedere a informazioni dettagliate su diverse innovazioni, avendo a disposizione tutti gli elementi per valutare i costi/benefici della loro introduzione nei rispettivi processi produttivi.

“Siamo molto contenti di aver potuto mostrare agli enologi americani la formula completa di ENOFORUM, dopo l’esperienza dello scorso anno quando le limitazioni dovute alla pandemia ci hanno costretto a passare in modalità virtuale il programma della conferenza, senza degustazioni, dimostrazioni o esposizioni.” Ha dichiarato Gianni Trioli, Presidente di Vinidea e ideatore di Enoforum più di 20 anni fa.

“Il livello scientifico degli studi esposti al convegno è stato molto alto, e la modalità della videoconferenza – ormai familiare a tutti – ci ha permesso di avere il 90% dei relatori provenienti dall’estero, scelti tra le più rinomate università europee con un approccio bottom-up”.

Il supporto organizzativo fornito dal Wine Industry network è stato eccellente, altamente professionale.

“Se il feedback dei partecipanti è positivo, vorremmo proporre le edizioni future, introducendo diversi miglioramenti che pensiamo possano adattare ancora meglio la formula di Enoforum alle loro esigenze e aspettative.”

Tutte le presentazioni della conferenza sono state registrate e saranno disponibili su  www.infowine.com  Internet Journal of Enology and Viticulture nei prossimi mesi.

Enoforum USA rappresenta la 19a edizione in presenza della conferenza, dopo le 11 in Italia, le 6 in Portogallo e le 2 in Spagna. L’ultima edizione precedente è stata celebrata a Saragozza, in Spagna, il 20-21 aprile 2022, con 500 partecipanti. L’edizione 2019 in Italia ha visto la partecipazione di 1.200 stakeholder e rappresenta di gran lunga il congresso più partecipato in Europa per il settore vitivinicolo.  Durante il periodo pandemico, Enoforum è stato proposto online in spagnolo (maggio 2020, 2.000 iscritti), in inglese (maggio 2021, 1.500 iscritti), in italiano (maggio 2021, 2.500 iscritti) e nella Enoforum Web Conference multilingue (febbraio 2021, 5.500 iscritti).