fbpx

LUCIA GONZALEZ-ARENZANA, Istituto di Scienze della Vite e del Vino (ICVV), vincitrice dI ENOFORUM CONTEST 2021

Enoforum Contest

Logo EWCSi è conclusa la procedura di valutazione dei lavori di ricerca partecipanti all’Enoforum Contest 2021, un concorso virtuale globale per la comunità scientifica del settore vinicolo. Più di 100 lavori scientifici di diversi paesi erano in competizione per il Premio 2021, 42 dei quali sono stati selezionati dal Comitato Scientifico, composto quest’anno da 86 scienziati di 17 paesi, per essere presentati oralmente alla Enoforum Web Conference 2021.

Durante i tre giorni dell’Enoforum Web Conference, che si è svolta online dal 23 al 25 febbraio, gli autori dei 42 lavori meglio classificati e selezionati per il premio hanno presentato le loro ricerche in un formato “flash-talk”, incentrato sui risultati pratici. Il congresso digitale ha avuto un’ampia risonanza tra i tecnici di tutto il mondo, e ha registrato un enorme successo con oltre 5500 partecipanti. Carattere peculiare dell’Enoforum Contest è il ruolo primario affidato ad agronomi ed enologi nella definizione dei vincitori, valutando le presentazioni in tempo reale durante il congresso.

Lucia Gonzalez Aranza La vincitrice è Lucía Gonzalez-Arenzana dell’Istituto di Scienze della Vite e del Vino (ICVV), con sede nella Rioja (Spagna), che ha condotto la ricerca dal titolo “Plasma freddo a pressione atmosferica per eliminare Brettanomyces dal legno di quercia” insieme ai coautori Ana Sainz-García, Ana González-Marcos, Rodolfo Múgica-Vidal, Ignacio Muro-Fraguas, Rocío Escribano-Viana, Isabel López-Alfaro, Fernando Alba-Elías ed Elisa Sainz-García.

Nell’industria enologica, la manutenzione e la sanificazione delle botti di rovere è diventata un compito fondamentale. Il legno ha una struttura porosa che facilita la penetrazione non solo del vino, ma anche dei microrganismi che esso contiene, come il lievito alterativo Brettanomyces bruxellensis. Anche se il metodo più usato per sanificare le botti è la combustione di pastiglie di zolfo, esiste una direttiva europea che limita questa pratica, anche quando non sia stata ancora trovata un’alternativa efficace. Questa ricerca fa parte di un progetto che studia l’applicazione del plasma freddo a pressione atmosferica (APCP) per sanificare le doghe di legno di quercia.

Il premio di 10.000 € è devoluto al fondo di ricerca della vincitrice, e la ricerca sarà presentata in modo dettagliato nei futuri eventi Enoforum in USA e Italia.

Il manoscritto in inglese che descrive la ricerca della vincitrice è disponibile su: “Cold plasma at atmospheric pressure for eliminating Brettanomyces from oak wood”